trucchi e trucchetti

soltanto se, noi pensiamo alla sofferenza del Cristo di Betlemme: sulla Croce (in nostro favore), soltanto allora possiamo comprendere la perversione demoniaca del talmud e dei farisei SpA FMI BM NWO ... poi, è in loro riflessione, reazione, che sono sorti gli islamici fratellastri sharia, e questi, tutti insieme, con i loro complici, della piramide massonica: sono la sinagoga di satana, sono tutte le Bestie di Satana, per realizzare il genocidio di tutti i popoli del mondo! allora, Quando può essere Anticristo maledetto il GENDER MASSONE Bildenberg PD che della opposizione alla civiltà ebraico cristiana ha fatto la sua ideologia dogmatica Darwin le scimmie di Sodoma? 
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/08/09/trump-chi-ha-armi-puo-fermare-hillary_beef4915-516c-4265-8b71-827bdb6d3fa4.html

=================== https://www.facebook.com/diegofusarofilosofo

You are dhimmi in sharia law
il problema è che Satana ha le VECCHIE, e Hillary e MERKEL loro sono le vecchie streghe del GUFO Baal Belzebull JabullOn Gezabele second Uk queen sacerdotesse profetesse del NWO 666 le passionarie! .. mi sono meravigliato, io a vedere le miei fotografie più recenti.. perché noi nel Regno di Dio che è il Regno politico di Israele (la casa di tutti popoli) noi non abbiamo concetti come: vecchiaia, come malattia e morte! .. infatti noi non moriamo mai! e il fatto che altri ci vedono morire? questa è una illusione infatti Gesù di Betlemme detto CRISTO lui è risorto!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/08/05/usa-2016-trump-ivanka-al-governo_91a737a9-21f4-4ecc-93fd-129b2c75dc85.html

===============
Pubblicato il 09 ago 2016  Il Punto di Giulietto Chiesa: il Tribunale dell’Aja scagiona Milosevic.
https://youtu.be/6myryvlbuiY E adesso chi risarcisce la Serbia e i famigliari di Slobodan Milosevic? E il tribunale dell'Aja condannerà chi ha voluto la morte di Milosevic? il Tribunale dell’Aja scagiona Milosevic. Ma nessuno lo sta dicendo! E nessuno pagherà per il misfatto.

ad un amico ] [ non posso evitarti le tegole, ma, posso tirarti fuori dai guai, soltanto mi devi dare qualche giorno di tempo, perché io sono il Re di ISRAELE nel governo massonico mondiale di YOUTUBE.. questo del Regno di ISRAELE non è una farneticazione, ma, è un mandato profetico per la parte ebraica degli Enlightened che non hanno tradito passando dalla parte di Satana!
my ISRAEL ] a JHWH il Re di ISRAELE [ io non mi stresso, io non mi stanco, io non conosco la paura, io sono seduto sul trono di JHWH! ho cercato nemici che mi volessero affrontare li ho attesi per anni: INUTILMENTE, io ho guardato in ogni direzione.. MA NON C'È NESSUNO CHE SI SIA FATTO AVANTI PER MISURARSI CONTRO DI ME!

===============

You are dhimmi in sharia law ] [ Vladimir Putin parla di Donald Trump e delle prossime elezioni americane. https://youtu.be/Rsx0p08QS2c 08 ago 2016. LE MOTIVAZIONI DI UNA STIMA RECIPROCA. Intervistato dal noto giornalista Fareeed Zakaria durante il Forum Economico Internazionale 2016 di San Pietroburgo, a cui era presente anche Matteo Renzi, il presidente russo si esprime su Donald Trump e sulle ormai prossime elezioni negli Stati Uniti.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/08/09/trump-chi-ha-armi-puo-fermare-hillary_beef4915-516c-4265-8b71-827bdb6d3fa4.html

==================
Referendum, la riforma costituzionale è voluta dall’Ue e dalle banche ] I MIEI EBREI SARANNO SEMPRE CON ME, ED IL NOSTRO NON È UN SODALIZIO CRIMINALE ( come: FARISEI SALAFITI) PERCHÉ NOI SIAMO L'ORGANISMO DEL REGNO DI DIO IN FORMA POLITICA SPAZIO TEMPORALE! [ Esprimiamo subito, senza giri di parole, il nostro punto di vista. Proprio perché a chiederci di votare sì al referendum costituzionale sono sire Renzi, il sistema bancario e quell’Unione Europea che di democratico non ha ormai nemmeno più l’apparenza, occorre votare NO, senza dubbi, esitazioni e ripensamenti. Questa riforma costituzionale “ce la chiede l’Europa”, ossia la stessa entità antidemocratica che ci chiede austerità e spending review, tagli alla spesa pubblica e ai diritti: il sistema neoliberista vincente aspira a destrutturare le costituzioni degli Stati sovrani, per imporre senza limitazioni il proprio regime di mercato assoluto. L’Unione Europea come trionfo dei capitali e della finanza necessita di istituzioni statali che eseguano cadavericamente e senza possibili obiezioni i diktat voluti dall’alto: l’Unione Europea vuole “riforme” limitative degli spazi di partecipazione democratica; vuole esecutivi forti e parlamenti deboli. Questa riforma costituzionale la vuole, poi, il sistema bancario internazionale, che nella Carta costituzionale italiana vede un fastidioso ostacolo all’instaurazione del proprio dominio assoluto. Da molti anni, lo sappiamo, le grandi banche internazionali, ma poi anche tutte le autorità non democratiche e connesse agli interessi finanziari (Bruxelles, G7, Fondo monetario internazionale) ci ripetono senza sosta che dobbiamo fare “riforme” volte a migliorare e a rendere maggiormente efficiente la nostra “governance” politica.
La lettera che la Bce mandò all’Italia nel 2011 era solo un “antipasto”: il peggio doveva ancora arrivare, ed è la riforma della costituzione. Una riforma, sia detto per incidens, che il popolo non vuole e che, come ricordato da Zagrebelsky, nasce da un “Parlamento illegittimo, eletto con una legge elettorale obbrobriosa, dichiarata incostituzionale”.
Ovviamente il blocco egemonico mobiliterà l’intero quadro intellettuale, accademico e giornalistico: il caso di Benigni è il primo e non sarà certo l’ultimo. Il grande difensore della “costituzione più bella del mondo” (cit.) che si fa sostenitore della sua riforma, rinnegando in blocco anni di militanza pro-Costituzione: uno spettacolo tragicomico.
È, certo, il caso più interessante, per ora, giacché rivela apertamente la pervasività del sistema e, insieme, la corruzione del clero intellettuale, che si riconferma – come disse Costanzo Preve – un banco di pesci pronto a seguire sempre compattamente le correnti del politicamente corretto e del potere. Preparatevi. Vedremo intellettuali, giornalisti e accademici che peroreranno la causa della riforma costituzionale, delegittimando, silenziando e ingiuriando chiunque ancora resista e non tradisca la repubblica e la storia del nostro Paese.
L’aveva detto Bourdieu: gli intellettuali sono la parte dominata della classe dominante; appartengono a quest’ultima, giacché hanno anch’essi un capitale, di tipo culturale. Ma sono dominati nella classe dominante, perché devono vendere quel capitale culturale: che dunque non può non coincidere con gli interessi di chi lo “compra”, cioè i dominanti.
Mi ha colpito qualche settimana fa, sul “Corriere della sera”, una vignetta: era raffigurato Zagrebelsky, fermo sostenitore del “no” alla riforma, in veste di fascista, inseguito dalle brigate partigiane piddine a favore del “sì”. L’accusa di fascismo cade ora su chi difende la Carta costituzionale che nacque dalla fine del fascismo e dall’incontro tra la visione comunista del lavoro e quella cattolica della dignità della persona. La signora Boschi ha dato il via a questa pratica oscena, dicendo che chi vota per il “no” è “come Casa Pound”. La storia non è nuova, in fondo: in nome dell’antifascismo, si può agire con i metodi squadristi che furono propri del fascismo. La profezia di Orwell si è realizzata: “la storia era un palinsesto che poteva essere riscritto tutte le volte che si voleva”. È quello che sta accadendo.
Da quando nacque la nostra Costituzione, nacquero anche – lo sappiamo – i tentativi di distruggerla o, come usa dire ora con la neolingua orwelliana, di “riformarla”. Ciò che non riuscì a Junio Valerio Borghese e a Licio Gelli, potrebbe riuscire ora all’Unione Europea, al sistema bancario internazionale e ai loro agenti senza qualità.

oops • Mutatis mutandis: i regimi democratici furono creati dall'allora classe dominante, la borghesia imprenditoriale, a proprio uso e consumo.
Oggi stanno nascendo i regimi plutocratici, creati dall'attuale classe dominante, le élites capitaliste finanziarie, a proprio uso e consumo.
Le lotte resistenziali di retroguardia (vedi il NO al referendum) possono solo rallentare il fenomeno, ma non lo impediranno.
Struttura e sovrastruttura, scriveva quel tale.

Nemesi • La finanza globale, i poteri forti, J.P. Morgan, che ha suggerito di modificare le costituzioni sorte dalla resistenza, impongono i loro interessi alle nazioni usando i loro uomini messi nelle istituzioni per ridurre i diritti dei cittadini, riformare la normativa sul lavoro (job-act, art. 18), privatizzare tutte le risorse (acqua, sanità, energia, etc.), riducendoci a loro sudditi e schiavi. Sta svanendo ogni sostegno ai più deboli, ai disoccupati, agli indigenti, salvo che alle banche (Banca Etruria e gli altri istituti hanno distrutto i risparmi di una vita di centinaia di migliaia di persone). Per questo ed altro è necessario votare NO al referendum costituzionale e impedire l'approvazione del TTIP e ISDS e trattati simili, se dovessero passare la nostra libertà sarà in serio pericolo ed il combinato disposto di questa riforma con la legge elettorale italicum aprirà le porte al regime autoritario voluto da queste elite che raggiungeranno così il loro scopo. Stesse riforme volute in tutti i paesi, basta guardare alla Grecia, ma anche alla Francia in questi giorni. Questa classe politica, obbediente ed asservita a questi poteri, è stata messa lì per raggiungere gli obiettivi di un capitalismo che non è mai stato così forte e che sta distruggendo le conquiste di civiltà fatte con sacrificio dai cittadini in anni di lotte.
  
    eleo Michele G • Il Jobs act è come scrivono direttamente i tecnocrati non serve a creare posti di lavoro ma a ridurre i salari e a facilitare la disoccupazione di massa. I francesi se ne sono accorti mentre gli italiani credono ai miracoli o meglio ai pinocchi, già 455.000 posti di lavoro in più dice Renzi. Certo bisogna conoscere come fanno le indagini statistiche conoscere i
    trucchi e trucchetti che vengono usati nelle tecniche di campionamento.
    Per es se io lavoro con un voucher da 8 ore al mese sono considerato occupato o disoccupato? Istat risponde: “è considerato occupato se nella settimana di riferimento dell’indagine ha lavorato almeno un’ora.
    Prendendo per buoni i dati Istat con 22,6 milioni di occupati ufficiali e un 2% che di fatto sono disoccupati perché lavorano meno di 10 ore a settimana (come dicono loro) avrei 452.000 posti di lavoro in meno di quelli ufficialmente comunicati. Se facciamo la media 2014-2015 avrei un altro 2% di differenza tra gli occupati : quindi altri 452.000 posti di lavoro in meno. Se prendessi i dati solo dell’ultimo anno avrei un ulteriore 2% di occupati in meno: altri 452.000 lavoratori che di fatto non hanno lavoro. In sostanza dovremmo aggiungere almeno un altro milione e mezzo di disoccupati ai dati ufficiali. Il che vorrebbe dire passare almeno ad un tasso del 18 %. E questo solo per il caso del lavoro a voucher.

paregam • settore finanziario UK spende almeno 34 milioni di € all'anno per attività di lobbying a Bruxelles e impiega più di 140 gruppi di
pressione per influenzare il processo decisionale dell'UE, secondo uno studio pubblicato oggi da Corporate Europe Observatory.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/06/05/referendum-la-riforma-costituzionale-e-voluta-dallue-e-dalle-banche/2797485/



IlFattoQuotidiano.it / Mondo






di F. Q. | 9 agosto 2016
Germania, fermato 25enne siriano: “Membro importante dell’Isis, voleva colpire la Bundesliga”


Mondo


Il 25enne è arrivato nel Paese a inizio anno. Subito la Procura ha aperto un'indagine su di lui perché sospettato di essere legato allo Stato islamico. Poi è arrivata un'informazione dal carcere che ha fatto scattare il bliz delle teste di cuoio


Condividi Commenti (16)





Top Blog




di Luca Ciarrocca

Giornalista e scrittore di geopolitica e macroeconomia


Mondo

Usa 2016, Trump, Cnn: ‘Un artista della cazzata’


Condividi Commenti (163)













Mondo
Russia, le funi si aggrovigliano: il paracadutista filma l’ultimo volo prima dello schianto



Mondo
Madrid, il volo sta per partire: il passeggero si butta dal finger e raggiunge l’aereo di corsa



Mondo
Slovenia, tragedia alla gara di tuffi freestyle: il campione vola dal ponte e non riemerge dall’acqua



Mondo
Londra, come è complicato fare il poliziotto in periferia: gli animi si accendono e i due agenti rischiano grosso






Vai a







Mondo

Putin-Erdogan, c’è la stretta di mano. “Via le sanzioni contro Ankara”. “Pronti a rilanciare il Turkish Stream”

Di F. Q.


Condividi Commenti (468)





Mondo

Palestina, forum giornalisti: “Google l’ha rimossa dalle mappe”. Mountain View: “Mai inserita”

Di Luisiana Gaita


Condividi Commenti (163)





Mondo

Aleppo, l’Onu chiede tregua umanitaria: “Due milioni di civili senza acqua e luce”

Di F. Q.


Condividi Commenti (217)





Mondo

Elezioni Usa, 50 ex funzionari repubblicani contro Trump: “Ignoranza allarmante, minaccia sicurezza e benessere”

Di F. Q.


Condividi Commenti (382)





Mondo

Etiopia, proteste contro il governo: polizia spara sulla folla, 97 morti e 100 feriti

Di F. Q.


Condividi Commenti (155)





Mondo

Turchia, “10 stranieri fermati per legami con Gulen”. Morto in carcere professore arrestato dopo fallito golpe

Di F. Q.


Condividi Commenti (132)




Mondo
Pakistan, attacco suicida in ospedale. “Oltre 60 persone uccise”. Isis rivendica